Harry's style
Un segreto ben custodito

Dal 1953, Harry's
è fedele al suo stile, unico e inimitabile.

Locale sempre alla moda, Harry’s Bar ha accolto più generazioni con la sua classe e l’eleganza innata, in un’atmosfera dal respiro internazionale.

Attenzione esclusiva e qualità delle proposte, lo hanno da sempre distinto come un ritrovo irrinunciabile.

Pietre Miliari

4 Dicembre 1953. Enrico Mariotti e Raffaello Sabatini creano Harry’s Bar in Via del Parione a Firenze.
L’amico Giuseppe Cipriani, patrono del già allora celebre Harry’s Bar di Venezia da’ loro alcuni suggerimenti: la Cucina – i taglierini gratinati, il carpaccio, i gamberi al curry, la tartare, le crepes flambate al Gran Marnier, l’American Bar – il Bellini, il Martini, il Negroni.

Anno 1956. Tersilio Vadorini, detto “Lio” viene chiamato da Mariotti: sara’ il mitico barman degli anni della dolce vita.

Febbraio 1963. Harry’s Bar trova la sua attuale location in Lungarno Vespucci. Gli sgabelli, originali dell’epoca, parlano tutt’oggi di alcuni celebri personaggi: l’etichetta dello champagne preferito da Margot Heminguey, la foto di Liz Taylor davanti al suo cocktail, solo per citarne alcuni. A Los Angeles viene replicato esattamente il locale con ogni particolare dei suoi arredi.

Anno 1972. Sergio e Roberto figli di Enrico Mariotti cedono Harry’s Bar agli attuali proprietari; la tradizione e lo stile restano immutati.

Anno 2016. Harry’s Bar viene annoverato tra i locali storici d’Italia.

Galleria Storica